Skip to content

Parole al cartoccio

26 maggio 2015

Schermata 2015-05-26 alle 18.44.57 Inizia giovedì 28 giugno, a Cesenatico, Parole al cartoccio la 1^ edizione del festivaletteratura per bambini e ragazzi a cura dell’Associazione Cartabianca e della Libreria Cartamarea.
Gli ingredienti del cartoccio potete leggerli cliccando qui; tanti gli appuntamenti per assaporare insieme le parole delle ultime novità editoriali per ragazzi.
Naturalmente splenderà il sole per l’intera durata del festival, ci vediamo a Cesenatico.
Redazione Alir

Il mondo in trincea

25 maggio 2015

Schermata 2015-05-25 alle 14.11.18Dopo quasi un anno dall’inizio di quel conflitto, che sarebbe divenuto mondiale, esattamente il 24 maggio del 1915 l’Italia entrava in guerra contro l’Austria.
Quel che accadde ai paesi che presero parte al conflitto è segnato sulle cartine geografiche, che vennero completamente ridisegnate.
Il dolore, la morte e la distruzione che ne seguì divennero ombre pesanti e lunghe.
Dopo meno di 20 anni il mondo precipitò nuovamente nell’abisso della guerra.
La grande guerra divenne così la lunga guerra.
Sono tanti i libri scritti, negli ultimi due anni, per raccontare ai più giovani quei fatti.
Nei prossimi giorni, la nostra associazione, vi presenterà una bibliografia dedicata alla storia del ‘900. Un lavoro che abbiamo appena cominciato e che proseguirà anche con i vostri suggerimenti.
Oggi, per cominciare, vi segnaliamo l’ultimo lavoro di Massimo Birattari, L’Italia in guerra, 1915-1918, Niente sarà più come prima, con le illustrazioni di Matteo Berton, edito da Feltrinelli.
Birattari, con la chiarezza che contraddistingue tutti i suoi lavori, ha ricostruito le tappe che videro migliaia di giovani in trincea. Attraverso una macchina del tempo si arriva sui luoghi, nelle trince, si ascoltano gli scambi di battute tra i giovani soldati, si leggono i loro diari e le loro lettere.
Un’espediente letterario per vedere e conoscere da vicino quel che succedeva.
Il libro si chiude con una sezione di Debiti e fonti, che completa il lavoro indicando altri libri.
Agata Diakoviez

Festival DIDIARIO

20 maggio 2015

70x100 con programma-1Schermata 2015-05-20 alle 12.17.39È iniziata ieri in Puglia la quarta edizione di Didiario Rassegna di letteratura, organizzata da Alina Laruccia, della libreria Eleutera di Turi.
A Vimodrone, in Lombardia, parte oggi la prima edizione di Didiario, grazie alla collaborazione tra Alina e Karin Alberti, della libreria Librambini di Vimodrone.
Idee, libri e festival in movimento per raccontare il lavoro dei librai e mettere in moto lettori che troveranno ad attenderli tanti suggeritori di libri, e pagine nuove da scoprire in compagnia.

Redazione Alir

 

Punto e Virgola

16 maggio 2015

PadovaVairo
Dopo Punto e a capo, di Reggio Emilia, nasce a Padova anche Punto e Virgola, Festival dell’arte e della
letteratura per ragazzi. Dal 21 a 24 maggio prossimo nella città veneta, molti saranno gli eventi che si alterneranno all’interno di alcuni dei piú bei spazi della città: l’osservatorio Astronomico, chiamato
la Specola, l’Odeo e la Loggia Cornaro, solo per citarne alcuni.
In programma numerosi incontri, laboratori, spettacoli, visite guidate e mostre: Eva Montanari, con la danza, Clementina Mingozzi, per gli haiku, Michelangelo Rossato (autore della nuova “Biancaneve” edita da Il gioco di leggere, la cui mostra verrà inaugurata sabato 16 alla Pel di Carota, in avant-première), Gek Tessaro, con i suoi ladri di cavalli, e Arianna Vairo, per la parte visiva. Di quest’ultima si potranno ammirare le tavole che verranno pubblicate in un piccolo coloring. Padova e i suoi monumenti sono stati ritratti dalla giovane artista milanese in maniera eccelsa.
Chiara Carminati, Marta Barone, Anna Vivarelli e Laura Walter per la letteratura. I romanzi e i racconti di queste autrici saranno al centro di incontri per piccoli e grandi, di spettacoli (Bach torna a Padova a grande richiesta!), passeggiate letterarie e cacce al tesoro.
Più per gli adulti, ma i bambini sono ben accetti, due incontri sull’arte e i libri per ragazzi, con Silvana Sola, e sulla filosofia, con Anna Vivarelli.
Le sere, oltre al Bach di Chiara Carminati, oltre a Io sono un ladro di bestiame felice, il festival prende inizio mercoledì 20 con uno spettacolo di danza dedicato a Shakespeare (curato dall’Abracalam). Altro appuntamento da non mancare, in prima nazionale, lo spettacolo, in doppia lingua, italiano-giapponese, sugli haiku, creato dalla papirografa Clementina Mingozzi.
Una libreria sarà presente alla Loggia Cornaro durante tutto il festival: tanti libri d’arte ovviamente, ma anche danza e poesia. Non mancate!
la redazione
ALIR

PadovaVairo2

Ancora dalla Francia…

12 maggio 2015

d800379f19e714c89fa41628384edbbe_origLa Giannino Stoppani (Cooperativa Culturale e Libreria) e l’Accademia Drosselmeier hanno dato vita alle giornate del libro francese per ragazzi: Nove giorni in una soffitta.
Incontri, letture, presentazioni, riviste, traduzione, merende, mostre, il tutto legato alla letteratura e all’illustrazione d’Oltralpe.
I nove giorni, parafrasando il piccolo gioiello ancora in libreria nella collana “Salani Nostalgia”, sono rivolti alle scuole di tutti gli ordini e gradi: sono previste visite guidate e letture nei giorni di lunedì e giovedì mattina.
Il mercoledì è dedicato interamente alla presentazione della nuovissima rivista Vitamina: la mattina l’editrice Lodovica Cima incontra il primo ciclo della scuola primaria, mentre nel pomeriggio un’adeguata merenda sarà distribuita a tutti coloro vorranno venire a scoprire questo giornalino pieno di storie, fumetti e giochi.
Con il liceo Galvani continua la collaborazione nell’ambito della traduzione: una classe delle scuola incontrerà per l’occasione Federico Appel, che ha appena dato alla stampa il toccante romanzo Reato di fuga (Sinnos edizioni), scritto da Christophe Léon.reato-di-fuga
Ospite d’onore sarà il francese Vincent Cuvellier, autore del delicatissimo albo “La prima volta che sono nata” e di numerosi romanzi editi da Biancoenero, che saranno presentati la mattina del venerdì ai ragazzini del secondo ciclo della scuola primaria. Agli adulti è invece rivolto la terza edizione dell’atelier di traduzione (quarta se contiamo il work-shop dedicato alla letteratura anglosassone) specificatamente dedicato alla cenerentola della letteratura. Tra i relatori, oltre allo scrittore francese che svilupperà in particolare il tema della scrittura di albi illustrati, Mirella Piacentini, insegnante e traduttrice, in particolare delle edizioni Camelozampa. Ha recentemente tradotto anche Cappuccetto Uf, dando vita così ad una collana editoriale dedicata alla produzione teatrale.
Una piccola mostra bibliografica ripercorre l’evento che vent’anni fa la Giannino Stoppani organizzò in collaborazione con l’Alliance Française, S’il vous plaît… Lis-moi ce soir: da Pef a Henri Galeron, da Nicole Claveloux a Jean Claverie… sette illustratori che hanno fatto la storia dell’illustrazione.
la redazione
ALIR
cov_zoom_onda

Attention Attention… La France arrive!

11 maggio 2015

A Firenze e a Bologna (ne parleremo prestissimo) la letteratura e l’illustrazione francese fanno capolino.
Anzi, qualcosa di più di una breve apparizione!
Imparare la lingua, ascoltare musicalità diverse attraverso filastrocche e storie, rileggere alcuni classici dell’illustrazioni di ieri e alcune novità di oggi, parlare di traduzione. Questi i temi al centro degli appuntamenti nelle due città.
Qui di seguito le attività di Firenze, della libreria Cuccumeo!
la redazione
ALIR

volantino maggio_2015 _A5

A conclusione del Festival “Punto e a Capo”: Grazie!

8 maggio 2015

IMG_20150419_102618

Si è conclusa la prima edizione del Festival Punto e a capo.
Alla fine delle due giornate abbiamo tirato un sospiro di sollievo. “E’ andata!”, abbiamo pensato tutti, tra i libri in disordine sui lunghi tavoli, tra cuscini e tappeti stropicciati, tra sguardi stanchi ma che ancora brillavano di soddisfazione.
Il Festival non è soltanto due giorni di appuntamenti, il Festival ha alle spalle mesi di lavoro organizzativo e creativo, e anni di idee e pensieri coltivati che hanno preso forma un po’ alla volta nutriti dal desiderio di creare una occasione culturale per il territorio.

11143088_758786907570266_1509075882568352140_n

C’era una volontà reale di proporre un appuntamento per le famiglie e per tutte le persone che avessero voglia di prendere parte ad eventi in cui incontrarsi in un modo diverso, in cui stare dentro a un tempo nuovo, più lento, perché le parole richiedono lentezza per essere dette e ascoltate, le parole lente sono quelle pensate, ragionate e cariche di emozioni e stati d’animo.
I libri custodiscono il tempo delle parole, ci permettono di stare, di essere attenti a quello che a volte ci sfugge nella rapidità degli eventi quotidiani.
Ci permettono distare Con, stare con le persone a cui vogliamo bene, stare con persone che non conosciamo, e questo stare Con ci dà una possibilità in più di essere anche per gli altri, di avere uno sguardo sugli altri.
Davanti alle parole pensate, dette con trasparenza e verità, gli sguardi di chi ascolta sono attenti e desiderosi di nuove storie.
Avevamo voglia di bellezza, quella bellezza che non nasce puramente da una ricerca estetica ma che arriva dalla disponibilità delle persone e dal loro impegno e, perché no, anche dal desiderio di creare un luogo bello per chi guarda.
Abbiamo dato spazio al “fare”, perché al tempo delle parole si possa affiancare un tempo per esprimersi, attraverso le suggestioni che arrivano dal contesto, attraverso le capacità che ogni persona possiede. I laboratori erano saturi di immaginazione, di fantasia e di libertà. La libertà espressiva ha nutrito bambini e adulti desiderosi di produrre, esplorare e creare.
In questa impresa faticosa ho sentito di aver acceso un’altra luce blu, la luce di quel semaforo della favola di Rodari a me tanto cara.
E mentre prendeva forma il Festival ho visto tante luci blu accendersi coraggiose intorno a me.

SONY DSC

SONY DSC

Negli incontri e nei laboratori ho incontrato persone felici, adulti entusiasti di questa nuova opportunità, bambini pieni di energie e con il desiderio di partecipare.
Quanti sguardi ci portiamo a casa come regalo del festival.
Concludo con un immenso Grazie a chi ha dato fiducia fin dall’inizio a questa avventura, a chi ci ha sostenuto lungo il percorso, al nostro staff che ha lavorato in modo impeccabile, agli ospiti che hanno portato parole preziose e che ci hanno incantato, agli sponsor che coraggiosamente hanno creduto a questa nuova iniziativa, al chiostro della Ghiara, cornice stupenda che ci ha accolto e sostenuto fin dall’inizio, alle persone che hanno partecipato con gioia.
La nostra piccola idea è cresciuta grazie a tutte queste persone.
Cristina
Libreria Il Semaforo Blu
Festival Punto e a capo

SONY DSC

SONY DSC

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 243 follower