Skip to content

Mario Lodi a fumetti

22 giugno 2015

lodiBeccoGiallo“Noi, i maestri della mia generazione, abbiamo cercato di ipotizzare una scuola migliore: restano però parecchi problemi. Il primo è che la Costituzione è stata dimenticata dalle forze politiche. Nei programmi ministeriali in genere si parla di didattica: ma io penso che la didattica non ha valore se non ha anche un fine; la scuola è una piccola società, dove si può e si deve sperimentare la base del vivere civile. (…) La scuola non è solo leggere, scrivere e far di conto come si credeva una volta, ma è soprattutto avere una finalità complessiva. La finalità più importante per me resta la formazione del bambino democratico, che noi dobbiamo cercare di realizzare pian piano, non attraverso vuote parole ma nella pratica di tutti i giorni, nel rispetto di cose e persone.”
Questo diceva Mario Lodi in un’intervista che è stata poi pubblicata in Mario Lodi Maestro, a cura di Carla Ida Salviati, edito da Giunti edizioni. Il saggio, che ripropone anche una selezione di pagine scelte da C’è speranza se questo accade al Vho, ci mostra una figura di pedagogista che mette il bambino al centro del suo lavoro: una pedagogia del fare insieme, del costruire a partire dalle domande degli scolari, della partecipazione.
Il saggio di Carla Ida Salviati uscì nel 2011, oggi, a poco più di un anno dalla scomparsa del maestro, la casa editrice BeccoGiallo gli ha dedicato una bella biografia.
Una vita dedicata alla scuola, ai piccoli scolari e ai colleghi insegnanti, alla costruzione di una società civile e democratica, di questo parlano gli autori Alessio Surian, Diego Di Masi e l’illustratore, Silvio Boselli.
Intenso il primo capitolo, che racconta del Lodi partigiano antifascista, che, catturato, sta per essere portato in prigione, ha la possibilità di scappare uccidendo il suo carceriere…
Gli autori hanno scelto di centrare il loro racconto sulla pratica pedagogica di Lodi, ma non mancano piccoli camei, come la presenza del piccolo uccellino colorato, o brevi episodi di vita scolastica, come la costruzione di una vera e propria mongolfiera che citano alcuni dei suoi libri per ragazzi.
La casa editrice padovana, ha già in catalogo un’altra biografia legata alla scuola italiana, Don Milani. Besti, uomini e Dio, e gli autori del fumetto sul maestro di Vho, stanno pensando di raccontare altri pedagositi importanti della nostra storia! Alberto Manzi, Bruno Ciari… avete altri suggerimenti?
David
Pel di Carota

PS
Andatevi a leggere il post di Silvana Sola, su ZazieNews.

Trame di civiltà

11 giugno 2015

Schermata 2015-06-11 alle 18.16.17Tutti i giorni a Tunisi davanti all’Ambasciata Italiana in rue de Russie delle donne manifestano.
Ciascuna ha tra le mani una foto che ritrae solitamente un giovane ragazzo: alcuni sorridono, altri perforano l’immagine con uno sguardo che chiede di non essere dimenticato.
Queste donne sono le mamme dei giovani partiti dalle coste africane per il continente europeo.
Il loro chiedere notizie sui loro congiunti ci riporta ad altre madri, a quelle che in Argentina non hanno mai smesso di chiedere notizie dei loro figli scomparsi.
Domenica scorsa il presidente della Regione italiana che ospita l’Expo ha dichiarato che punirà, sottraendogli delle risorse economiche, i sindaci della “sua” Regione che daranno ospitalità ai migranti che arrivano sulle coste europee.
Ha ricevuto il plauso dei suoi sodali e di altri suoi omologhi di carica.
Del mondo, il presidente della Regione dell’Expo 2015, è disposto ad accogliere solo gli stranieri espositori e visitatori paganti. Tutto il resto fuori.
Domani a Rimini inizia Mare di libri il festival dei ragazzi che leggono, il primo appuntamento in programma è con Tahar Ben Jelloun che sarà intervistato da Carlo Annese su Come (non) si diventa razzisti.
Non esiste nessuna cultura che non contempli l’accoglienza e l’ospitalità come qualcosa di sacro, il razzismo continuamente esercitato dal potere ha annullato qualsiasi memoria di accoglienza, è imbarazzante, e quel che è peggio è che ammaestra e ammutolisce.
I libri, le storie, servono a questo, servono a cercare le parole, sono il tessuto della memoria, la linfa che nutre il pensiero.
A Rimini, in questi giorni, i ragazzi incontreranno culture diverse, storie nutrite di memoria perché nessuno nasce razzista, nessuno è senza una sua storia che non valga la pena di essere accolta.
Ci vediamo a Rimini.
Agata Diakoviez

Parole al cartoccio

26 maggio 2015

Schermata 2015-05-26 alle 18.44.57 Inizia giovedì 28 giugno, a Cesenatico, Parole al cartoccio la 1^ edizione del festivaletteratura per bambini e ragazzi a cura dell’Associazione Cartabianca e della Libreria Cartamarea.
Gli ingredienti del cartoccio potete leggerli cliccando qui; tanti gli appuntamenti per assaporare insieme le parole delle ultime novità editoriali per ragazzi.
Naturalmente splenderà il sole per l’intera durata del festival, ci vediamo a Cesenatico.
Redazione Alir

Il mondo in trincea

25 maggio 2015

Schermata 2015-05-25 alle 14.11.18Dopo quasi un anno dall’inizio di quel conflitto, che sarebbe divenuto mondiale, esattamente il 24 maggio del 1915 l’Italia entrava in guerra contro l’Austria.
Quel che accadde ai paesi che presero parte al conflitto è segnato sulle cartine geografiche, che vennero completamente ridisegnate.
Il dolore, la morte e la distruzione che ne seguì divennero ombre pesanti e lunghe.
Dopo meno di 20 anni il mondo precipitò nuovamente nell’abisso della guerra.
La grande guerra divenne così la lunga guerra.
Sono tanti i libri scritti, negli ultimi due anni, per raccontare ai più giovani quei fatti.
Nei prossimi giorni, la nostra associazione, vi presenterà una bibliografia dedicata alla storia del ‘900. Un lavoro che abbiamo appena cominciato e che proseguirà anche con i vostri suggerimenti.
Oggi, per cominciare, vi segnaliamo l’ultimo lavoro di Massimo Birattari, L’Italia in guerra, 1915-1918, Niente sarà più come prima, con le illustrazioni di Matteo Berton, edito da Feltrinelli.
Birattari, con la chiarezza che contraddistingue tutti i suoi lavori, ha ricostruito le tappe che videro migliaia di giovani in trincea. Attraverso una macchina del tempo si arriva sui luoghi, nelle trince, si ascoltano gli scambi di battute tra i giovani soldati, si leggono i loro diari e le loro lettere.
Un’espediente letterario per vedere e conoscere da vicino quel che succedeva.
Il libro si chiude con una sezione di Debiti e fonti, che completa il lavoro indicando altri libri.
Agata Diakoviez

Festival DIDIARIO

20 maggio 2015

70x100 con programma-1Schermata 2015-05-20 alle 12.17.39È iniziata ieri in Puglia la quarta edizione di Didiario Rassegna di letteratura, organizzata da Alina Laruccia, della libreria Eleutera di Turi.
A Vimodrone, in Lombardia, parte oggi la prima edizione di Didiario, grazie alla collaborazione tra Alina e Karin Alberti, della libreria Librambini di Vimodrone.
Idee, libri e festival in movimento per raccontare il lavoro dei librai e mettere in moto lettori che troveranno ad attenderli tanti suggeritori di libri, e pagine nuove da scoprire in compagnia.

Redazione Alir

 

Punto e Virgola

16 maggio 2015

PadovaVairo
Dopo Punto e a capo, di Reggio Emilia, nasce a Padova anche Punto e Virgola, Festival dell’arte e della
letteratura per ragazzi. Dal 21 a 24 maggio prossimo nella città veneta, molti saranno gli eventi che si alterneranno all’interno di alcuni dei piú bei spazi della città: l’osservatorio Astronomico, chiamato
la Specola, l’Odeo e la Loggia Cornaro, solo per citarne alcuni.
In programma numerosi incontri, laboratori, spettacoli, visite guidate e mostre: Eva Montanari, con la danza, Clementina Mingozzi, per gli haiku, Michelangelo Rossato (autore della nuova “Biancaneve” edita da Il gioco di leggere, la cui mostra verrà inaugurata sabato 16 alla Pel di Carota, in avant-première), Gek Tessaro, con i suoi ladri di cavalli, e Arianna Vairo, per la parte visiva. Di quest’ultima si potranno ammirare le tavole che verranno pubblicate in un piccolo coloring. Padova e i suoi monumenti sono stati ritratti dalla giovane artista milanese in maniera eccelsa.
Chiara Carminati, Marta Barone, Anna Vivarelli e Laura Walter per la letteratura. I romanzi e i racconti di queste autrici saranno al centro di incontri per piccoli e grandi, di spettacoli (Bach torna a Padova a grande richiesta!), passeggiate letterarie e cacce al tesoro.
Più per gli adulti, ma i bambini sono ben accetti, due incontri sull’arte e i libri per ragazzi, con Silvana Sola, e sulla filosofia, con Anna Vivarelli.
Le sere, oltre al Bach di Chiara Carminati, oltre a Io sono un ladro di bestiame felice, il festival prende inizio mercoledì 20 con uno spettacolo di danza dedicato a Shakespeare (curato dall’Abracalam). Altro appuntamento da non mancare, in prima nazionale, lo spettacolo, in doppia lingua, italiano-giapponese, sugli haiku, creato dalla papirografa Clementina Mingozzi.
Una libreria sarà presente alla Loggia Cornaro durante tutto il festival: tanti libri d’arte ovviamente, ma anche danza e poesia. Non mancate!
la redazione
ALIR

PadovaVairo2

Ancora dalla Francia…

12 maggio 2015

d800379f19e714c89fa41628384edbbe_origLa Giannino Stoppani (Cooperativa Culturale e Libreria) e l’Accademia Drosselmeier hanno dato vita alle giornate del libro francese per ragazzi: Nove giorni in una soffitta.
Incontri, letture, presentazioni, riviste, traduzione, merende, mostre, il tutto legato alla letteratura e all’illustrazione d’Oltralpe.
I nove giorni, parafrasando il piccolo gioiello ancora in libreria nella collana “Salani Nostalgia”, sono rivolti alle scuole di tutti gli ordini e gradi: sono previste visite guidate e letture nei giorni di lunedì e giovedì mattina.
Il mercoledì è dedicato interamente alla presentazione della nuovissima rivista Vitamina: la mattina l’editrice Lodovica Cima incontra il primo ciclo della scuola primaria, mentre nel pomeriggio un’adeguata merenda sarà distribuita a tutti coloro vorranno venire a scoprire questo giornalino pieno di storie, fumetti e giochi.
Con il liceo Galvani continua la collaborazione nell’ambito della traduzione: una classe delle scuola incontrerà per l’occasione Federico Appel, che ha appena dato alla stampa il toccante romanzo Reato di fuga (Sinnos edizioni), scritto da Christophe Léon.reato-di-fuga
Ospite d’onore sarà il francese Vincent Cuvellier, autore del delicatissimo albo “La prima volta che sono nata” e di numerosi romanzi editi da Biancoenero, che saranno presentati la mattina del venerdì ai ragazzini del secondo ciclo della scuola primaria. Agli adulti è invece rivolto la terza edizione dell’atelier di traduzione (quarta se contiamo il work-shop dedicato alla letteratura anglosassone) specificatamente dedicato alla cenerentola della letteratura. Tra i relatori, oltre allo scrittore francese che svilupperà in particolare il tema della scrittura di albi illustrati, Mirella Piacentini, insegnante e traduttrice, in particolare delle edizioni Camelozampa. Ha recentemente tradotto anche Cappuccetto Uf, dando vita così ad una collana editoriale dedicata alla produzione teatrale.
Una piccola mostra bibliografica ripercorre l’evento che vent’anni fa la Giannino Stoppani organizzò in collaborazione con l’Alliance Française, S’il vous plaît… Lis-moi ce soir: da Pef a Henri Galeron, da Nicole Claveloux a Jean Claverie… sette illustratori che hanno fatto la storia dell’illustrazione.
la redazione
ALIR
cov_zoom_onda

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 248 follower