Skip to content

LIBRETTO POSTALE

14 gennaio 2013

libretto_postaleC’era una volta l’amico di penna,
per lui si sceglieva la carta da lettere più bella, su cui scrivere silenziosamente segreti che potevano essere svelati solo con l’inchiostro.
C’era una volta la cartolina “Tanti saluti da……..”,
con i monumenti in bella vista con i loro colori abbaglianti che le giornate di sole regalano a tutte le città.
Poi vennero i social network capaci di annullare lo spazio e il tempo dell’attesa.
Tutto è consumato all’istante, bruciato in un momento, in una bulimia di immagini e parole.
Quando Vànvere ha presentato in libreria il suo ultimo libro LIBRETTO POSTALE  di Franco Matticchio, ho avuto un tuffo al cuore per tanti motivi, primo fra tutti la mia passione per la corrispondenza.
Ho sempre preferito la carta e l’inchiostro, la posta ordinaria a quella elettronica.
Quando rientro a casa mi piace sbirciare la cassetta della posta per cercare una lettera o una cartolina inattese.
Ho amici di penna particolari, mica si accontentano di buste bianche affrancate e diligentemente scritte.
Teresa le passa quasi sempre a macchina, quella da cucire però, e allora ogni lettera è un ricamo.
C’è stato un tempo che avevo una corrispondenza strana con un mio amico. Avevamo preso l’abitudine di scambiarci cartoline postali, quelle bianche, che riempivamo di disegni, ritagli, parole. Sono tra le cartoline più belle che ho, sono di parte è vero, però vi invito a vederle.
Ho scatole di cartoline scambiate con mio nonno, la sua scrittura antica me lo rende caro alla memoria.
Se avessi optato solo per la posta elettronica non avrei tutte quelle scatole in cui ritrovo frammenti di un tempo passato.
Al pari delle foto, ogni lettera porta impressa un’immagine: la racconta.

Libretto postale, Franco Matticchio

Libretto postale, Franco Matticchio

La bellezza del LIBRETTO POSTALE,  sono le illustrazioni di Franco Matticchio, ogni immagine è un racconto,  e da sole dovrebbero bastare a  far acquistare il libro ad occhi chiusi, a queste si aggiunge il formato del libro, che permette grazie al sistema classico del blocchetto d’assegni di poter conservare la matrice che riproduce da una parte la cartolina inviata e dall’altra un disegno.
Un libro infinito, in cui le illustrazioni si aprono a suggestioni e racconti.
Complimenti a Stefania e alla sua magica creatura Vànvere,  in un editoria che riproduce allo sfinimento sempre gli stessi modelli, ha dimostrato ancora una volta che si può continuare a proporre qualcosa di nuovo, originale e bello insieme.
Insieme a questo libro vi invitiamo a riprendere tra le mani un libro di Susie Morgenstern, Un mazzo di jolly, della Nord-Sud edizioni, dove si racconta di un maestro unico (mi viene in mente l’ultima riforma della scuola che prevede il passaggio al maestro unico, chissà forse quell’unico è da intendersi speciale come il maestro raccontato dalla Morgenstern?) che invita i bambini a scrivere una cartolina un biglietto d’auguri:
[…] i ragazzini non avevano avuto problemi a trovare dei destinatari per i loro biglietti d’auguri o i pacchetti da spedire. Si accorsero che la Posta centrale della città era gigantesca, con tutte quelle file di sedie avvitate al pavimento… C’era talmente tanta gente che, nonostante il gran numero di posti a sedere, non ne rimaneva più nessuno libero. Quindi aspettarono in piedi, controllando nervosamente su di un piccolo schermo la comparsa del loro numero…

L’unico problema di LIBRETTO POSTALE è che si fa fatica a separarsene anche se c’è la matrice. Io un sistema però l’ho trovato: ho regalato il libro a un po’ di amici chiedendo loro di spedirmi una cartolina.
Nel frattempo tengo d’occhio la cassetta della posta.
Agata Diakoviez

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: