Skip to content

Piccole venali considerazioni

10 agosto 2013

moi-j-attends
J’attends… de grandir
… un bisou avant de dormir
… que le gâteau soit cuit
… qu’il ne pleuve plus

Sabato 10 agosto! Domani chiudiamo per una settimana! Pochi clienti disturbano l’invio di mail, la lettura del giornale e di qualche pagina internet, l’ascolto su YouTube di hit degli anni ’60…
Tra qualche ora chiudiamo i battenti, ma intanto continuiamo, a vendere qualche libro!
Il mese scorso la libreria ha fatto un acquisto dall’estero, non occorre dire che i libri venivano d’oltralpe. Abbiamo ordinato una trentina di illustrati della casa editrice Sarbacane. Ne abbiamo già parlato prima della fiera, la maison francese quest’anno compie dieci anni e noi volevamo festeggiare il suo decennale con qualche suo libro. In particolare qualche titolo illustrato da Olivier Tallec, Robin e Serge Bloch, alcuni dei quali scritti da Davide Calì.
Inutile sottolineare (ancora!) che uno dei libri che abbiamo preso in quantità superiore è l’albo, firmato da questi due ultimi artisti e che nel 2006 usciva in Italia per EL edizioni: Moi, j’attends… (Io aspetto…).
Pubblicato in Francia nel 2005, vincitore nello stesso anno del Baobab, il premio che il Salon de Montreuil attribuisce all’albo più innovativo, il libro racconta gioie e dolori di una persona, dalla nascita alla vecchiaia. Poche parole, pochi segni neri e qualche pezzo di filo rosso…
Ma torniamo in libreria! Altri clienti sono entrati e devo chiudere queste poche considerazioni, anche un po’ venali! Perchè?!… Oggi, metà agosto! Poche persone hanno valicato il nostro uscio, ma già due pacchetti contenevano questo piccolo gioiello che in un mese, (senza troppo consigliarlo!) è quasi esaurito. La data di registrazione della bolla di trasporto è del 27 giugno. Credo dovremmo riordinarlo presto!
Se fossi un editore italiano, non esiterei un secondo ad acquistare i diritti (attualmente liberi!) di questo capolavoro. I librai italiani, e non solo loro, sarebbero felici di averlo ancora tra gli scaffali.

J’attends… qu’on sonne à la porte
… que les enfants me rendent visite
… que bientôt, il y ait un nouveau petit dans la famille.
FINL

David
Pel di carota
moi-j-attends2.gif

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: