Skip to content

Persone da Lob

11 novembre 2013
Linda Newbery, Alessia e Dario Libreria Radice-Labirinto, Carpi

Linda Newbery, Alessia e Dario
Libreria Radice-Labirinto, Carpi

Avevamo riservato una sedia per Lob.
Credo si sia seduto tra noi domenica mattina.
Anzi ne sono certa, perché nonostante a Radice-Labirinto ci fossero pochissime persone venute ad ascoltare Linda Newbery, ho avuto la netta sensazione di aver seminato qualche cosa.
Inizialmente eravamo in imbarazzo per non essere riusciti ad offrire a Linda il pubblico che il suo libro meritava, ma poi tra le persone presenti si è stretto un legame, qualche cosa è iniziato a germogliare e nell’intimità della libreria, sotto al soffitto verde di photus e platicerium, ci siamo tutti sentiti portatori di un messaggio, di un seme.
Linda Newbery ci ha mostrato le immagini dei suoi Green-Man e mentre ognuno dei presenti evocava gli incontri magici della propria infanzia, ci siamo chiesti reciprocamente cosa significhi essere “persone da Lob” e se i bambini assenti dalle nostre sedie e dai nostri cuscini abbiano davvero dimenticato il rapporto con la natura.
Emilia Ficarelli, direttrice della biblioteca comunale di Carpi, Stefania Vezzani della Ludoteca, Francesco di 10 anni, il suo papà, Francesca Manicardi la nostra
interprete, le due signore presenti, noi di Radice-Labirinto e in primis Linda
Newbery
ci siamo risposti che ciò non è davvero possibile.

Linda Newbery durante il suo intervento alla Libreria Radice-Labirinto di Carpi

Linda Newbery durante il suo intervento alla Libreria Radice-Labirinto di Carpi

Ci sono tanti ostacoli oggi, è vero, la natura pare lontana e quasi inafferrabile, ma ci saranno sempre bambini da Lob. Io lo ero.
Il mio primo libro fu Giardinaggio senza problemi e credo non sia stato un caso
che sia stata proprio Linda Newbery la prima autrice ospite della nostra
libreria; Radice-Labirinto che doveva essere, prima del terremoto, il progetto di un giardino.
Linda si è stupita della profondità delle domande che le sono state poste: si è parlato di fiabe, di alchimia, di pedagogia, di altri libri di cui ci si è scambiati titoli e autori (Linda è ripartita con una pagina del suo taccuino piena di appunti).
Ciascuno ha condiviso ricordi ed emozioni, speranze e preoccupazioni riguardo al futuro.
L’energia verde che è scaturita dalle nostre parole e dalle nostre riflessioni ci ha dato la certezza che Linda Newbery ha portato con sé un amico segreto.
Ospiteremo Lob con cura e se da domani qualche bambino varcando la soglia di Radice-Labirinto vedrà il suo volto di foglie e muschio tra le piante della libreria noi sapremo che Linda Newbery non è venuta invano.

Alessia Napolitano, libraia
Libreria Radice-Labirinto, Carpi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: