Skip to content

Costruire sogni senza misurino

13 gennaio 2014
Il misurino del caffè

Il misurino del caffè

Si è tenuto ieri a Bologna il consueto incontro di gennaio dei librai della nostra Associazione.
Un giornata intensa, cominciata di prima mattina e finita in libreria a tardo pomeriggio, ricca di riflessioni, decisioni, proponimenti.
Un pezzetto di Italia operosa, dal Friuli alla Puglia, che ieri ha accolto Sara, una giovane donna di Biella, della libreria Cappuccetto giallo.
È interessante notare come le librerie per ragazzi scelgano un nome, un titolo, un rimando ai testi, ai personaggi della letteratura. Una dichiarazione di poetica: La luna al guinzaglio, Pel di Carota, Radice e Labirinto, Timpetill, Viale dei Ciliegi,17…
L’incontro di ieri ha visto ospite l’editore EDT, con il quale è stato piacevole e molto utile affrontare temi che sono di interesse comune.
Abbiamo poi dedicato parte del pomeriggio a questioni istituzionali dell’associazione, e alla scelta dei libri per le terzine del Premio Orbil 2014.
In serata, per tornare a casa, ho fatto una lunga camminata per continuare a pensare.
Allora concludo sul valore delle persone che sanno mettere in movimento le cose e sanno darsi con generosità al Bene Comune.
Agata Diakoviez, è un esempio luminoso, commovente (nel senso che muove e fa muovere). Oltre al fondamentale contributo di pensiero, porta anche la sua attitudine culinaria. Ha fatto la spesa, cucinato, salato e dolce, ha scelto i vini, per dar modo a noi tutti di continuare convivialmente a lavorare senza perdite di tempo.
Camminando e pensando, ho fatto la più lunga camminata degli ultimi dieci anni, dal centro della città fino alla periferia estrema, dai portici con le vetrine luccicanti alla desolazione dei ponti della tangenziale, dai bar del centro alle pizzerie da asporto dei quartieri, in un paesaggio senza figure, senza parole, senza sogni, ho concluso fra me e me che i sogni bisogna costruirli, giorno per giorno.
Proprio dieci anni fa scegliemmo di dare vita ad una Accademia e scegliemmo un luogo sotto i portici del centro.
Ieri in questo luogo si sono incontrate persone animate da interessi comuni: interessi culturali, civili, di solidarietà, di crescita.
Ci incontreremo di nuovo a Bologna, in fiera, dove cercheremo di far conoscere il nostro lavoro e ci confronteremo con altri librai per parlare di libri e di sogni.

Grazia Gotti

ps: per avere un buon caffè sono necessari 6 grammi di caffè macinato. Se c’è il sole, il vento o la nebbia bisogna ricalibrare di qualche milligrammo la misura.
Non sempre riusciamo ad avere la misura esatta delle cose, degli impegni, dei tempi, e quel che è più difficile è che per le persone non esiste misurino.

Annunci
One Comment leave one →
  1. 14 gennaio 2014 4:30 pm

    Vero, Grazia, per fortuna, aggiungo io, non ci sono misurini che contengano le nostre grandi anime.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: