Skip to content

Imparare a chiedere verità e giustizia

28 maggio 2014
Matteo Fenoglio, Francesco Barilli, Piazza della Loggia vol. 2, edizioni Becco Giallo

Matteo Fenoglio, Francesco Barilli, Piazza della Loggia vol. 2, edizioni Becco Giallo

Quante cose si possono fare in quarant’anni?
Tante o nulla.
Il 28 maggio 1974, in Piazza della Loggia a Brescia scoppiò una bomba che uccise 8 persone e ne ferì più di cento.
Sono passati quarant’anni e ancora quei morti, quelle persone che erano in Piazza della Loggia a Brescia, insieme agli italiani, attendono verità e giustizia.
Quel giorno pioveva di Paola Zannoner, è un racconto breve di quella tremenda mattina, oggi lo si può leggere  nella raccolta Sopra l’acqua sotto il cielo edito da Mondadori.
Nel fumetto Piazza della Loggia vol.2, pubblicata da Becco Giallo, Francesco Barilli e Matteo Fenoglio, hanno seguito e ricostruito l’ultima istruttoria del processo, nel tentativo di sottrarre all’oblio l’ennesima strage impunita italiana.
La memoria dei fatti aiuta la verità e la giustizia, aiuta chi aspetta da quarant’anni di sapere perché quel giorno qualcuno decise che la vita di alcuni non valeva niente, di conoscere i nomi di chi decise la morte.
Tante o nulla sono le cose che si possono fare.
Raccontare quel che accade quel giorno è importante perché la verità e la giustizia bisogna imparare a chiederle sempre e insieme.
Agata Diakoviez

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: