Skip to content

10 anni di Giralangolo

8 giugno 2017

Abbiamo chiesto a Luisella Arzani di raccontare i dieci anni di Giralangolo, la costola ragazzi della torinese EDT. Ecco cosa ci ha scritto.

Essere incaricati di costruire del tutto liberamente un catalogo di libri per bambini credo sia la cosa più esaltante che possa capitare, a chi lavora in editoria. Esaltante e spiazzante – che cos’altro può aver senso pubblicare in un contesto editoriale già così affollato? Questa è la domanda che mi assalì undici anni fa, e siccome avevo le idee niente affatto chiare, feci quello che faccio praticamente sempre: affidarmi all’istinto, e inevitabilmente ai gusti personali.

Un anno dopo Giralangolo faceva il suo debutto in libreria con le prime collane, Paesi e Popoli del mondo, scovate nel catalogo di un piccolo editore francese, a una piccola fiera del libro in Provenza, e poi alimentate con titoli prodotti da noi. Quella collana vinse l’anno successivo il primo dei Premi Andersen che i nostri progetti hanno ricevuto negli anni, e quella collana, seppur nata da scelte istintive, seguiva però linee di condotta ben chiare: massima attenzione a testi e illustrazioni, estrema cura nella stampa e confezione con l’obiettivo di proporre un “oggetto” curato e ben fatto, ma a un prezzo ragionevole.

Questi sono i principi che a distanza di dieci anni guidano ancora le nostre scelte, e sono principi applicabili anche grazie al fatto che il lavoro sui libri è rimasto artigianale com’era all’inizio, alimentato dalla passione delle pochissime persone coinvolte (una su tutte, la preziosa responsabile dell’ufficio stampa, figura imprescindibile).
In base a questi principi il nostro catalogo si è arricchito di bravi e apprezzati autori e illustratori italiani e stranieri, e anche, per una nostra inguaribile tendenza a non stare mai fermi, di nuovi progetti. Le Greguerias di Ramon Gomez de la Serna illustrate per i piccoli, e l’unico libro illustrato di Margaret Atwood sono un esempio della ricerca che facciamo sulle belle proposte straniere da portare in Italia, anche (o soprattutto) se stravaganti. LeMilleunaMappa e la collana Sottosopra sono invece esemplari dei progetti che inventiamo in casa editrice: un oggetto che non esisteva (la mappa letteraria in grande formato per i piccoli, proprio come quelle dei grandi, per seguire “la strada” delle fiabe, dei classici per l’infanzia, dei viaggiatori del passato) e una serie di libri dedicati a uno dei temi più attuali, l’identità di genere e il contrasto agli stereotipi, raccontato ai più piccoli con storie divertenti e colorate dove i protagonisti sono liberi di agire e di scegliere quel che più piace loro, molto semplicemente, perché non ci piacciono i libri educativi, quelli con “la morale”.
Nel mezzo, in questi 10 anni, bravi e interessanti autori e illustratori, italiani e stranieri, hanno contribuito a costruire un catalogo ricco e variegato.

Nel futuro di Giralangolo vedo un incremento dei titoli di Narrativa 12+, la possibilità di diffondere ancor più i corsi per insegnanti e operatori sulla parità di genere, che Irene Biemmi ha pensato a partire dalla collana Sottosopra, nuove Mappe (in autunno il ciclo dei pirati di Salgari, scritto da Anselmo Roveda e illustrato da Marco Paschetta, e il mondo degli Antichi Egizi, con testi di Sofia Gallo e illustrazioni di Sandro Natalini).

E poi sarebbe di gran soddisfazione riuscire a vendere ancor più titoli agli editori stranieri:
chissà che non ricapiti un momento come quello in cui ci fu confermato, contemporaneamente dai due editori, che il nostro Amelia che sapeva volare era stato acquistato negli Stati Uniti e in Russia. Quando si dice intesa tra le due superpotenze…
Luisella Arzani

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: