Vai al contenuto

Rivoluzione ed umanità

12 marzo 2018

Il dialogo con Beatrice Fini, direttrice editoriale del settore ragazzi Giunti, ha mosso i primi passi nell’ambito del Convegno “Librerie per ragazzi: ieri, oggi è domani” che ALIR ha promosso a Monopoli, lo scorso 21 e 22 ottobre.
Tra gli obiettivi di lavoro che ci siamo prefissi in Puglia, c’era infatti quello di rinsaldare i rapporti con gli editori e creare occasioni in cui costruire, attraverso il confronto, uno sguardo nuovo e più strategico sul futuro.
Da questa riflessione ha preso le mosse l’organizzazione della giornata del 5 marzo scorso in cui, nella splendida cornice di Villa La Loggia a Firenze, siamo stati invitati ad entrare in un contatto più approfondito ed intimo con il progetto editoriale che Giunti sta portando avanti nel settore ragazzi.
Un progetto con molte e differenti anime, che si integrano in maniera strategica, una lungua tradizione nel passato, che guarda al futuro. Da Pinocchio, a Giamburrasca, da Laura Orvieto fino agli scrittori italiani del nostro tempo della collana Colibrì e a novità fresche di stampa come Una storia di code impigliate di Ruth Rocha, Lo scrigno del tempo di Andri Sner Magnason (collana Bestseller dal mondo), Controcorrente di Taghreed Najjar.
C’è poi il recupero del catalogo delle Nuove edizioni Romane, Wonder, ma anche Tony Wolf, Il manuale delle giovani marmotte, le storie illustrate dei cartoni Disney e il preziosissimo lavoro di Editoriale Scienza e Bompiani.
Uno sguardo anche al marketing e al commerciale, strumenti imprescondibili per contribuire al successo dei libri. Vengono fuori dati molto interessanti dall’analisi di alcuni case history, come i libri del Dr Seuss, Wonder, i testi di Marie Aude Murail.
D’obbligo una visita all’archivio storico con alcune perle come una vecchissima edizione di Piccole Donne (di cui quest’anno si festeggiano i 150 anni dalla pubblicazione e per i festeggiamenti uscirà con una strenna rilegata nel prossimo autunno), le illustrazioni di Pinocchio di Attilio e di Gianburrasca di Vamba certo, ma anche di Vinicio Berti.
In archivio ci raggiunge Sergio Giunti per un affettuoso saluto e per condividere con noi la sua filosofia rispetto ai libri per la gioventù.
Nel pomeriggio la parola passa agli scrittori, Christian Antonini e Anna Lavatelli ci presentano due nuovi titoli Colibrì (rispettivamente Una lettera coi codini e Dove ti porta un bus), Francesco d’Adamo e il suo Oh Harriet!, Vichi de Marchi, per le Ragazze con i numeri che diventa pretesto per ricordare Laura Conti e l’oramai dimenticato disastro di Seveso.
Una giornata di in/formazione, che potrebbe gettare le basi per uno scambio permanente, per entrare in contatto in maniera più profonda con il progetto editoriale e la filosofia di “rivoluzione ed umanità” portata avanti dall’editore Giunti. Un’occasione per intessere legami e costruire ponti che ci permettano di progettare il futuro con maggiore consapevolezza ed efficacia.
Elena
La casa sull’albero

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: